Zoes farm
Appunto di Politica & Partecipazione

Per una moratoria nucleare in Giappone

Inserito il 22 maggio 2012

Contenuto

Per una moratoria al nucleare Giapponese

"Con questo appello intendiamo rompere il muro di silenzio che, fuori dai confini giapponesi, circonda la catastrofe di Fukushima. L’attuale governo giapponese guidato dal premier Noda ha, di fatto, rinnegato la volontà espressa dal suo predecessore dopo quella catastrofe di far uscire il Paese dalla dipendenza dall’energia nucleare: ma nell’opinione pubblica il dibattito è fortissimo e l’opposizione al nucleare cresce."

Si apre così l'appello internazionale per una moratoria nucleare in Giappone (e per l'immediata rimozione del combustibile nucleare dall'impianto di Fukushima), promosso da intellettuali, scienziati, attivisti italiani e giapponesi, al fine di far conoscere ciò che sta succedendo in Giappone ed evitare che si torni al nucleare dopo che il Paese ha spento tutte le sue centrali in seguito all'emergenza di Fukushima, tutt'altro che conclusa.

Il 5 maggio scorso anche l’ultimo dei 50 reattori nucleari in esercizio commerciale del Giappone, si è fermato per le periodiche revisioni (che quest’anno riguardano anche test e adeguamenti conseguenti agli incidenti di Fukushima) senza che ciò abbia pregiudicato la fornitura di energia elettrica al paese. Si apre ora una partita decisiva perché a fronte della volontà del governo e dell’industria nucleare di riattivare le centrali quanto prima, si sviluppano forti opposizioni delle popolazioni.

"Riteniamo che questi problemi non riguardino solo il Giappone" - dicono i promotori - "ma l’intera comunità internazionale e pertanto chiediamo alle autorità giapponesi:

- di non riattivare i reattori nucleari attualmente fermi;

- di intervenire urgentemente per estrarre e trasferire le barre di combustibile dalle piscine gravemente danneggiate.

- di provvedere immediatamente, anche se tardivamente, all’evacuazione dei bambini dalle zone contaminate.

- di favorire l’istituzione di un’autorità interdisciplinare e internazionale sotto l’egida dell’Onu per risolvere la situazione di Fukushima, data l’incapacità dimostrata dalla Tepco nella gestione dell’incidente."

Immagini

Per una moratoria al nucleare Giapponese

Scritto da:

Ritratto di fcr-etica
piazza dei ciompi 11
50122 Firenze (FI),
Il mio Feed Seguimi via RSS
I miei Badge Inviato speciale
I miei interessi
Fondazione Culturale Responsabilità EticaFondazione Sistema Toscana